Quando si organizzano le vacanze in Sardegna si tende generalmente a pensare a luoghi famosi dell’isola, come la rinomata Costa Smeralda. Tuttavia esistono in Sardegna luoghi e città altrettanto belle e da visitare, Olbia è una di queste. Uno dei territori più suggestivi della Sardegna nord orientale, nell’area della Gallura, a Olbia è custodito un inestimabile patrimonio storico e culturale circondato dal turchese cristallino delle acque del Mar Tirreno.

Se state organizzando una vacanza in Sardegna, ecco mappa Olbia e informazioni utili per pianificare un soggiorno indimenticabile, scoprendo i migliori villaggi turistici della Costa Smeralda, cosa vedere a Olbia e come raggiungere la città e muoversi nei dintorni.

Indice

Mappa

Olbia, la porta d’ingresso della Gallura in Sardegna

Incastonata nella zona nord orientale dell’isola di Sardegna, a pochissima distanza dalle suggestive spiagge della Costa Smeralda, sorge la splendida città di Olbia, uno dei luoghi più attivi e fiorenti di tutta la regione e per questo considerata una sosta obbligatoria per visitare questa parte dell’isola. Il comune di Olbia è infatti una delle città maggiori della Sardegna, diventata nel 2005 capoluogo provinciale e porta principale per i turisti diretti in Costa Smeralda: la città ospita infatti un grande porto che collega l’isola al continente e ancora il fondamentale aeroporto Olbia, sviluppatosi fortemente negli anni grazie all’intensificarsi di voli Sardegna da ogni parte d’Italia e non solo.

La città di Olbia è una città dal vastissimo patrimonio archeologico e culturale. Sorta in epoca nuragica, come testimoniato dai diversi nuraghi della zona, il territorio offre varie testimonianze delle diverse civiltà che l’hanno attraversata, come i cartaginesi che dal IV secolo a.C. svilupparono il sito dell’odierna città di Olbia. All’antica Grecia, invece, Olbia è legata da una leggenda che la vuole fondata da Iolao, figlio di Ercole. La storia antica di Olbia è infatti di facile scoperta, basterà fare una passeggiata a Olbia centro storico e nei dintorni per ammirarne i ritrovamenti e le testimonianze.

Nel complesso, Olbia è una città molto attiva commercialmente e anche dal punto di vista industriale e, forse per questo, non la località più idilliaca della Costa Smeralda. Tuttavia, l’importanza di Olbia sta nell’intenderla come una sosta obbligatoria dal grande lusso dei suoi dintorni e nel goderne delle meraviglie storiche e culturali e delle frequentatissime spiagge. Non è un caso che negli ultimi anni Olbia sia diventata il punto di riferimento logistico per chi vuole visitare in lungo e in largo la Costa Smeralda, a cavallo fra le rinomate località turistico-balneari di Porto Cervo e Baja Sardinia.

I migliori villaggi turistici a Olbia

Dove dormire ad Olbia?

Se stai organizzando una vacanza a Olbia per concederti una pausa dalla routine quotidiana ammirando il fascino e la storia millenaria della Sardegna, abbiamo selezionato i migliori villaggi turistici, residence e hotel sul mare a Olbia centro e nei dintorni. Qui è possibile scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze e assicurarsi il miglior rapporto qualità-prezzo per vivere un’esperienza a cavallo fra divertimento e cultura.

Vacanza a Olbia in Sardegna è sinonimo di vacanza al mare, la costa dispone infatti di una ricettività sempre più conveniente e con un’ottima reputazione, dove è possibile coniugare l’alta qualità del soggiorno a costi sempre più vantaggiosi grazie alle numerose offerte. Qui è possibile soggiornare in uno dei molti villaggi turistici, alberghi, B&B e residence posti direttamente sulle caratteristiche spiagge della costa, in posizioni dall’alto valore archeologico, naturalistico e paesaggistico.

Club Hotel Baia Aranzos

Club Hotel Baia Aranzos, a soli 10 km dal centro di Golfo Aranci a Olbia - Tempio, in posizione privilegiata con affaccio sulla suggestiva Baia Aranzos è un punto d’appoggio ideale per visitare la Costa Smeralda e la Sardegna nord orientale. Attività d’animazione, aree per lo sport e il benessere sono i servizi offerti dall’hotel per permettere agli ospiti di godere un soggiorno in completo relax. La spiaggia, a soli 400 metri dall’ingresso della struttura, è facilmente raggiungibile a piedi tramite un sentiero immerso nella macchia mediterranea.

VOI Colonna Village

VOI Colonna Village è un elegante resort immerso nella macchia mediterranea della Gallura, poco distante da Golfo Aranci a Olbia - Tempio e da Capo Figari. A soli 18 km dall’aeroporto Olbia offre servizi per il relax, il benessere e lo sport e si trova a meno di mezzo chilometro dalla spiaggia, raggiungibile a piedi tramite un sentiero circondato da vegetazione oppure tramite il comodo servizio navetta, che funziona anche all’interno del resort per collegare i vari corpi con le camere alle diverse aree comuni e servizi della struttura.

Quanto costa una vacanza ad Olbia?

Villaggi in Sardegna

STRUTTURE
Baia Aranzos
VOI Colonna

Prezzi medi stagione estiva

GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE
A partire da 568€ pers/sett A partire da 756€ pers/sett A partire da 1175€ pers/sett A partire da 834€ pers/sett
A partire da 594€ pers/sett A partire da 784€ pers/sett A partire da 1260€ pers/sett A partire da 824€ pers/sett

Come raggiungere Olbia

Essendo una delle maggiori città della Sardegna, Olbia è ben collegata con il resto dell’isola e facilmente raggiungibile dall’Italia e dal resto del continente grazie a diversi voli Sardegna diretti all’aeroporto Olbia da svariate città italiane ed europee. Tuttavia, grazie al suo famoso e frequentato porto cittadino, Olbia centro è raggiungibile anche via nave e traghetto. Ecco alcune fra le principali soluzioni su come raggiungere Olbia con i diversi mezzi di trasporto.

  • In aereo: sicuramente il modo migliore e più immediato per raggiungere Olbia è tramite l’aereo. L’aeroporto Olbia Costa Smeralda registra voli da e per le principali città italiane ed europee ed è servito da diverse compagnie di volo, anche low cost. A soli 4 km da Olbia centro, l’aeroporto è ben collegato con la città e i dintorni: con le corse giornaliere della Linea 10 del trasporto pubblico locale ASPO è possibile arrivare nel centro città in circa 15 minuti;
  • In nave o traghetto: il porto di Olbia è a tutti gli effetti uno dei più importanti e rinomati dell’intera Sardegna ed è molto raggiunto da navi e traghetti dall’Italia a partire da diverse città come Livorno, Genova, Civitavecchia e Piombino. Dal terminal Isola Bianca, la Linea 9 del trasporto locale ASPO vi condurrà a Olbia centro in pochi minuti. Per chi desidera arrivare in Sardegna in auto, la nave è la soluzione più efficace e sicura;
  • In treno: la città di Olbia è ben collegata nella rete ferroviaria con le altre città della Sardegna, in particolare Golfo Aranci, Oristano, Cagliari e Sassari. La stazione di Olbia si trova in pieno centro e per muoversi in città basta servirsi delle linee 2 e 10 del trasporto locale ASPO che hanno il terminal bus della stazione come capolinea;

Cosa vedere a Olbia e nei dintorni

Punti d’interesse storico-culturale

Olbia è a tutti gli effetti una delle più interessanti città storiche della Sardegna che, grazie al forte turismo delle stagioni estive, è riuscita nel tempo ad attrarre sempre più persone intenzionata a scoprirne nei dettagli la storia millenaria e conoscere le testimonianze arrivate fino ad oggi. A partire da Olbia centro storico, concentrata attorno a Corso Umberto I e alle piazzette che si aprono nei dintorni e che vengono prese d’assalto da turisti e movida, un viaggio alla scoperta dei punti d’interesse culturali di Olbia è consigliatissimo.

  • Basilica e Necropoli di San Simplicio: la Basilica di San Simplicio, alle spalle della stazione, è il più importante monumento religioso della Sardegna nord orientale con un interno quasi completamente in granito e le reliquie del Santo risalenti al 1614. La Necropoli che sorge nell’area adiacente è costituita da circa 450 tombe di epoca romana, oggi diventate sito archeologico e sede museale;
  • Museo Archeologico: costruito sull’isolotto di Peddone, il Museo Archeologico di Olbia ha il merito di illustrare nei dettagli la storia della città dall’epoca preistorica a quella contemporanea. All’interno è esposto il famoso tesoro di Olbia, con 900 monete d’oro come nelle leggende piratesche, e anche le 24 navi fantasma rinvenute nel 1999 al porto vecchio e di probabile attribuzione ai Vandali che tentavano di approdare sull’isola;
  • Tomba dei Giganti su Monte e S’Abe: a sud di Olbia centro storico, in una suggestiva area rurale, spicca questo monumento funerario risalente a più di 4 mila anni fa, rappresentante una delle tante testimonianze d’epoca nuragica in Sardegna. In particolare la Tomba dei Giganti è lunga 28 metri e larga 6 e vista dall’alto ha la particolare forma della testa di un toro;
  • Castello di Pedres: esattamente difronte alla Tomba dei Giganti, in cima ad una collina raggiungibile tramite un’imponente gradinata, è un antico forte d’epoca medievale costruito in pietra locale nel periodo del Giudicato di Gallura, in cui veniva usato come forte di difesa dagli attacchi Aragonesi;
  • Pozzo Sacro di Sa Testa: se ci si chiede cosa vedere a Olbia una tappa al Pozzo Sacro di Sa Testa è obbligatoria se si viene in visita in città. A 15 minuti d’auto da Olbia centro rappresenta un’altra celebre testimonianza d’epoca nuragica, in particolare si tratta di un antico santuario risalente al XIV secolo a.C. e veniva utilizzato per compiere rituali legati ai culti religiosi, in questo caso per onorare le divinità delle acque. Oggi l’ingresso per visitarlo è libero e gratuito;
  • Chiesa di San Paolo: risalente al 1700, l’edificio con la sua caratteristica forma a croce è uno dei simboli di Olbia, con il particolare campanile realizzato in granito accompagnato da una suggestiva cupola che spicca in alto sulla città. All’interno della chiesa vale la pena ammirare le statue in legno di San Francesco e del Sacro Cuore, risalenti al XVIII secolo;

Le spiagge più belle di Olbia e dintorni

La Sardegna è conosciuta in tutto il mondo per la bellezza del suo mare e delle sue spiagge e in questo Olbia è una degna rappresentante, grazie a una costa fra le più belle dell’isola ottimamente organizzata con servizi e divertimenti di ogni genere e con un’ottima accoglienza e ricezione turistica. La costante del mare di questo tratto costiero è proprio di cambiare leggermente tonalità di colore man mano che ci si sposta, con acque dal turchese allo smeraldo da cui prende il nome l’omonima costa.

Fra le spiagge più belle di Olbia è da menzionare la splendida spiaggia di Pittulongu, con la sua suggestiva forma a mezzaluna è da tempo il tratto costiero più ambito da chi soggiorna in città, mentre a poca distanza si trovano le altrettanto belle spiagge del Pellicano e de Lo Squalo. Dirigendosi sulla costa verso sud, si incontrano le fantastiche spiagge di Porto Istana, Li Cuncheddi e Lido del Sole, fino ad arrivare a Porto Rotondo diventata da tempo una delle principali concorrenti della rinomatissima Porto Cervo.

Dal 1997 la spettacolare zona di Tavolara e Punta Coda Cavallo è diventata Area Marina Protetta, grazie alle meraviglie nascoste nei suoi fondali, particolarmente adatti agli amanti di snorkeling e immersioni: nei 15 mila ettari di mare e coste protette e tutelate è possibile ammirare diverse fra specie vegetali e animali da salvaguardare, fra cui la spettacolare Aquila Reale che ha trovato abituale dimora nell’isola di Tavolara.

Vacanze a Olbia, prenota un soggiorno sulle suggestive spiagge della Sardegna

Ora che sapete come raggiungere e cosa vedere in questa speciale città della Sardegna, non rimane che prenotare una vacanza a Olbia nell’estate 2021. Fra le spiagge più belle delle coste dell’intera Sardegna, conosciuta per il suo inestimabile patrimonio storico e culturale, ma anche per le acque cristalline del mare e il divertimento delle sue stagioni estive, Olbia è una città di mare capace di coniugare antico e moderno, natura incontaminata e turismo. Non rimane che prenotare un soggiorno per godere delle peculiarità di Olbia e delle più belle spiagge della costa nord orientale della Sardegna.

La Costa Smeralda non ti convince?