Terra di innegabile bellezza, ricca di straordinarie testimonianze storiche e archeologiche, affacciata su uno dei mari più limpidi d’Italia, il Cilento e il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è divenuto negli ultimi anni una delle mete più ambite per le vacanze in Campania. Un paradiso per gli amanti del mare e della natura, ideale per trascorrere un fantastico soggiorno fra cultura, escursioni e relax.

Se state organizzando le vacanze nel Parco Nazionale del Cilento, qui potete trovare la mappa e le informazioni per organizzare un soggiorno indimenticabile, scoprendo quali sono i migliori villaggi nel Cilento, cosa visitare e come muoversi nei dintorni.

Indice

Vacanze nel Parco Nazionale del Cilento, l’opportunità di un soggiorno da sogno

Mappa

Parco Nazionale del Cilento, scopri la natura incontaminata della Campania

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, ricadente nella provincia di Salerno in Campania, si estende dalla costa tirrenica fino ai piedi dell’Appennino Campano-Lucano e include diverse cime dei monti Alburni, Cervati e del Gelbison, nonché altrettanti contrafforti costieri. Per questo, il parco naturale del Cilento è il secondo in Italia per dimensioni, estendendosi per oltre 181 mila ettari.

Istituito nel 1991 il Parco Nazionale del Cilento dal 1997 è diventato anche Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, grazie alle tante meraviglie naturalistiche conservate dentro il perimetro del vasto territorio compreso. Il parco del Cilento è infatti l’area naturalistica più bella e incontaminata della regione Campania, con un litorale in parte ancora selvaggio in cui si alternano scogliere, calette e incantevoli spiagge dorate, affascinanti borghi di mare ricchi di storia e leggende e spettacolari zone montuose immerse nel verde.

La straordinaria ricchezza naturalistica del Parco Nazionale del Cilento va di pari passo infatti con il carattere mitico e misterioso delle leggende del luogo: dal richiamo della ninfa Leucosia alle spiagge che hanno separato i destini di Palinuro ed Enea, passando per le aree archeologiche di Paestum e Velia e infine alla certosa di Padula. Il Cilento è un luogo magico che sorprende e coinvolge attivamente i visitatori che scelgono i meravigliosi luoghi di questo Parco Nazionale Campania per una vacanza a cavallo fra natura, cultura e divertimento.

Fra la meravigliosa fauna e flora del Parco Nazionale è possibile perdersi fra mare e montagna, visitare splendidi borghi e rimanere incantati dall’infinità di meraviglie nascoste, fra cui la speciale gastronomia da scoprire un boccone alla volta: la gastronomia pare sia nata proprio nel Parco Nazionale del Cilento, per la precisione a Pioppi, dove l’olio, i legumi, il grano e tanti altri prodotti hanno un sapore unico e speciale.

I migliori villaggi e hotel sul mare nel Parco Nazionale del Cilento

Dove dormire in Cilento?

Se stai organizzando una vacanza nel Parco Nazionale del Cilento per concederti una pausa dalla routine quotidiana ammirando il fascino del Cilento, abbiamo selezionato i migliori villaggi turistici, hotel sul mare e residence nel Parco Nazionale del Cilento e nei dintorni. Qui è possibile scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze e assicurarsi il miglior rapporto qualità-prezzo.

Vacanza nel Parco Nazionale del Cilento è sinonimo di vacanze fra mare e montagna: la costa, i borghi di mare e le zone montane dispongono infatti di una ricettività sempre più conveniente e con un’ottima reputazione, dove è possibile coniugare l’alta qualità del soggiorno a costi sempre più vantaggiosi grazie alle numerose offerte. Qui è possibile soggiornare in uno dei molti villaggi turistici, hotel, B&B e residence a due passi dal mare posti direttamente sulle caratteristiche riviere rocciose della costa cilentana, in posizioni dall’alto valore naturalistico e paesaggistico oltre che dalla forte valenza archeologica e culturale.

Hotel Hydra Club

Hydra Club è situato a Casal Velino Marina, immerso in un antico borgo della Costiera Cilentana, nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, in una baia panoramica direttamente sul mare.La sua posizione privilegiata permette di raggiungere con facilità i luoghi di maggiore interesse. L’Hotel dista  3 km dagli Scavi archeologici di Elia - Velia e dal Museo del Mare di Pioppi. A soli 14 km è possibile visitare Acciaroli e con 20 km si raggiunge Castellabate. Per una suggestiva visita alle grotte di Palinuro e Camerota è necessario percorrere 28 km. Il centro abitato di Casal Velino si trova a soli 900 metri raggiungibile comodamente anche a piedi.

Olimpia Cilento Resort

Olimpia Cilento Resort si trova a Marina di Ascea direttamente affacciato sul mare della costa cilentana e nel cuore del Parco Nazionale del Cilento. Adiacente a una bellissima spiaggia adatta a famiglie e bambini con accesso diretto dal resort, fra i servizi principali offre due grandi piscine centrali e la possibilità di organizzare visite ed escursioni all’area archeologica di Velia, distante solo pochi km.

Residence Club Artemis

Residence Club Artemis sorge nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, nel territorio di Marina di Ascea. Una nuovissima costruzione in stile mediterraneo che si estende per migliaia di mq immersi nel verde, ideale per le vacanze nel cuore del Cilento dove assaporare momenti di relax, cultura e divertimento. La spiaggia, sita in località Velia, è a soli 3 km dal residence, raggiungibile con servizio navetta a orari prestabiliti.

Family Village Velia

Family Village Velia si estende su una superficie ampia e rigogliosa caratterizzata da palme, fiori variopinti e spazi verdi che si estendono dalle sistemazioni alla zona piscina antistante la spiaggia. Le unità abitative indipendenti e dislocate nella struttura, sono adatte a ospitare famiglie con bambini, coppie e comitive. A pochi passi dal borgo di Marina di Casal Velino il villaggio si trova nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e a pochi km dall’area archeologica di Velia.

Quanto costa una vacanza in Cilento?

Villaggi in Campania

STRUTTURE
Hydra
Olimpia Cilento
Artemis
Village Velia

Prezzi medi stagione estiva

GIUGNO LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE
A partire da 400€ pers/sett A partire da 385€ pers/sett A partire da 573€ pers/sett A partire da 410€ pers/sett
A partire da 413€ pers/sett A partire da 542€ pers/sett A partire da 710€ pers/sett A partire da 460€ pers/sett
A partire da 451€ pers/sett A partire da 540€ pers/sett A partire da 679€ pers/sett A partire da 483€ pers/sett
A partire da 425€ pers/sett A partire da 587€ pers/sett A partire da 688€ pers/sett A partire da 461€ pers/sett

Come raggiungere il Parco Nazionale del Cilento

Tra oasi di acque incontaminate, paesaggi mozzafiato e acque zaffiro, raggiungere il Cilento e il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è una tappa obbligatoria per gli amanti di mare e natura, ma anche di storia, tradizioni, miti e folklore popolare. Questo parco Campania si estende per buona parte meridionale della provincia di Salerno e per questo, se si intendono trascorrere le nel Parco Nazionale del Cilento e spostarsi fra i diversi luoghi e siti d’interesse il consiglio è quello di viaggiare in automobile o noleggiarne una. In auto, dall’Autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria le uscite consigliate sono:

  • Battipaglia per la fascia costiera che va da Agropoli a Palinuro;
  • Campagna, Sicignano e Petina per la zona dei monti Alburni;
  • Sala Consilina e Padula per l’area del Cervati;
  • Padula per la fascia costiera che va da Policastro a Marina di Camerota;

Per la viabilità ordinaria del luogo, sempre spostandosi in auto, queste sono le principali strade di riferimento:

  • La SS18 Tirrenica Inferiore che va Agropoli a Policastro passando per Vallo della Lucania;
  • La SS166 degli Alburni taglia longitudinalmente il parco di San Rufo e Capaccio Vecchio;
  • La 267 nel Cilento segue invece la costa da Agropoli fino a Velia per innestarsi sulla 447 per Palinuro;

Tuttavia, per chi desidera spostarsi con i mezzi di trasporto pubblici, è possibile raggiungere il Cilento senza problemi, ma è consigliabile giocare d’anticipo e scegliere la destinazione da raggiungere per fare base per gli spostamenti in zona. Per raggiungere il Parco Nazionale del Cilento in treno è consigliabile servirsi della linea ferroviaria Napoli-Salerno-Reggio Calabria che serve le stazioni ferroviarie di tutte le principali località costiere del Cilento, mentre la linea Battipaglia-Lagonegro è l’ideale per raggiungere la zona più a nord dei monti Alburni.

Parco Nazionale del Cilento cosa visitare assolutamente

Per la sua estensione e maestosità, l’area del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano rappresenta già di per se un’attrazione unica nel suo genere, da visitare per ammirarne le meraviglie naturali immersi nelle eccezionali tracce storiche che emergono da ogni parte. Andare in vacanza nel Cilento vuol dire visitare un luogo ideale per un viaggio rigenerante immersi nella natura, a cavallo tra coste incontaminate e falesie rocciose, alture dall’aspra bellezza e grotte e cascate nascoste, passando dal divertimento e dalla bellezza magica della villeggiatura negli splendidi borghi cilentani. Ecco dunque i punti d’interesse storico-culturale, naturalistico e balneare da visitare assolutamente.

  • Area archeologica di Paestum: riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità, conserva i tre maestosi templi dorici che svettano tra il Foro, l’Agorà e l’Anfiteatro dell’antica Poseidonia, antico nome di Paestum in onore di Poseidone, dio del mare, e latinizzato dai Romani. Il suo Museo Archeologico conserva pezzi di inestimabile valore come la famosa Tomba del Tuffatore, uno dei primi esempi di pittura greca di età classica. Per entrare nell’area e godere di museo e scavi il biglietto d’ingresso costa 7€, gratis per i cittadini UE di età inferiore a 18 anni e superiore a 65 e ridotto al 50% per chi ha un’età compresa fra i 18 e i 25 anni;
  • Area archeologica di Velia: riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità, i resti dell’antica città di Elia conservano i tre nuclei principali su cui la stessa si articolava, ovvero il quartiere meridionale, quello settentrionale e l’acropoli. All’interno sono conservati anche alcuni edifici che testimoniano il passaggio dell’età ellenistica e di quella imperiale, come le Terme Adriane e la Masseria Corbellis. Di inestimabile valore anche la famosa Porta Rosa, primo esempio di arco a tutto sesto in Italia, che svolgeva la funzione di collegare due quartieri e di viadotto per raggiungere le sommità dell’acropoli. L’area è visitabile pagando un biglietto si soli 3€;
  • Punta Licosa: uno dei luoghi più incantevoli del Parco Nazionale del Cilento il cui nome è legato alla leggenda della sirena Leucosia, la quale si getto da una rupe per colpa di un amore non corrisposto e dal suo corpo n’acque uno scoglio, l’isola di Licosa per l’appunto. Dichiarata di recente Area Marina Protetta, Punta Licosa è considerata una delle spiagge più belle d’Italia, circondata da una pineta incontaminata e da un mare limpido e cristallino incorniciato da calette selvagge;
  • Castellabate: nato intorno al Castello-roccaforte, eretto nel 1123 per proteggersi dagli attacchi pirata ad opera di Costabile Gentilcore abate di Cava dei Tirreni, Castellabate è a tutti gli effetti uno dei borghi più belli d’Italia e conserva ancora intatto tutto il fascino del borgo medioevale. Il suo centro storico, riconosciuto dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità è un intreccio di stradine, scalinate, slarghi e affacci straordinari, come quello del Belvedere di San Costabile che costeggia le mura della fortezza con vista sul Golfo di Salerno, Ischia e Capri;
  • Acciaroli, Pioppi e Pollica: tipico borgo di pescatori e premiato da diversi anni per la limpidezza delle sua acque, Acciaroli è quel luogo in cui si dice che Ernest Hemingway soggiornò per vario tempo e, affascinato dalle bellezze del luogo, ne trasse ispirazione per scrivere Il vecchio e il mare, anche se non esistono conferme a proposito di questo fantastico aneddoto. Poco lontano sorge Pioppi, una località di soli 300 abitanti considerata la patria della dieta mediterranea, che ospita il Museo Vivo del Mare. Pioppi è una frazione marina del più vasto comune di Pollica, dove è bello visitare il Castello dei Principi Capano la chiesa di San Nicola e il Convento francescano di Santa Maria delle Grazie;
  • Grotte di Pertosa e Certosa di Padula: la Certosa di San Lorenzo a Padula è la prima certosa ad essere sorta in Campania. Occupa una superficie di 51.500 metri quadri ed è composta da tre chiostri, un giardino, un cortile e una chiesa, costituendo uno dei più sontuosi complessi monumentali barocchi del Sud Italia nonché la più grande certosa a livello nazionale e tra le maggiori d'Europa. Se si visita la Certosa è sicuramente d’obbligo fare un salto alle Grotte dell’Angelo di Pertosa. Estese per circa 3 km all’interno del massiccio dei monti Alburni in un percorso di stalattiti e stalagmiti, queste grotte sono l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare un fiume sotterraneo addentrandosi verso il cuore interno della montagna;
  • Palinuro e Marina di Camerota: due località simbolo per tutto il Parco Nazionale del Cilento, rappresentano anche due fra i più importanti centri turistici della costa cilentana, caratterizzati da spiagge incantevoli, acque incontaminate e paesaggi naturali spettacolari con insenature e grotte marine che da anni attirano le visite di migliaia di appassionati e amanti della natura e del mare. Diverse spiagge di Palinuro in particolare vantano del riconoscimento dell’ambita Bandiera Blu da ormai diversi anni;

Vacanze nel Parco Nazionale del Cilento, l’opportunità di un soggiorno da sogno

Non rimane che prenotare una vacanza nel Parco Nazionale del Cilento nell’estate 2021. La punta di diamante fra i territori costieri e montuosi dell’intera Campania, conosciuta per le sue spiagge nascoste tra i paesaggio roccioso, per le acque cristalline e gli spettacolari trekking e sentieri escursionistici nelle zone montuose, è una delle zone più suggestive del sud Italia in cui organizzare una vacanza fra mare e monti. Non rimane che prenotare un soggiorno per godere delle peculiarità del fantastico Parco Nazionale del Cilento muovendosi nei dintorni per scoprirne tutte le meraviglie.

Il Cilento non ti convince?